Si sono consumati i Jeans che tanto amavi? Ecco come risolvere il problema senza ricorrere alla sarta

Advertisement

Alle volte, indossare spesso il capo d’abbigliamento che tanto amiamo può portare ad inconvenienti come quello che vi mostreremo in foto. Il capo che tende a consumarsi in maniera più celere è sicuramente il jeans.

Non è più duro come un tempo, quando lo usavano i marinari. Oggi, sono molto più sottili ed elastici. Questo ovviamente, li rende più propensi alla rottura. Quando si consumano in mezzo alle gambe (la zona dove sfregano di più) è un bel guaio. Ma non disperiamo! Non è necessario buttarli via e nemmeno spendere tanti soldi per ricorrere alla sarta. È sufficiente adoperare un piccolo trucchetto.


Ecco tutto quello che vi occorre per riparare il vostro paio di jeans preferito.
– Un metro
– Un ago
– Una teletta di rinforzo (che si vende nei negozi di tessuti)
– Un ferro da stiro

Advertisement

Ecco come procedere:
1. Usate la teletta: non è altro che un “tessuto” che spesso viene introdotto nei colletti delle camicie per dare al tessuto più sostegno. Tagliatene un pezzo un po’ più grande rispetto dello strappo, poi mettete la teletta e cucitela intorno lo strappo.
2. Passate il ferro da stiro: finita la cucitura, passate il ferro su entrambi i lati.
3. Togliere i pelucchi: dopo la cucitura, possono rimanere residui di stoffa o di cotone, non proprio carini da vedere. Per eliminarli, munitevi degli avanzi di teletta, proprio come mostrato nella clip sottostante.

È un lavoro che anche i non esperti potranno portare a temine con facilità.

Advertisement